Home page

PROSPETTIVE 2020

 

Prospettive é il titolo scelto dal team organizzatore del Liceo M. Mazzarello per allestire un ciclo di conferenze, un orizzonte ampio e significativo, esperienze concrete di tenacia e modelli a cui ispirarsi per essere protagonisti del domani. Prospettive è partire dall'attualità, per guardare al futuro e costruirlo insieme. “Attraverso la voce di persone che nel corso della loro vita hanno realizzato qualcosa di importante, noi giovani avremo la possibilità di conoscere nuovi modi di intendere la vita. Ciò ci permetterà di imparare ad assumere prospettive diverse dalle quali guardare il mondo per cercare ispirazioni future”.
È con questo spirito che audaci studenti del liceo promuovono un ciclo d’incontri cui parteciperanno personalità note al grande pubblico come il climatologo Luca Mercalli, il patron di Slow Food Carlin Petrini e il medico di Lampedusa Pietro Bartolo, con lo scopo di riflettere e prendere coscienza delle problematiche del presente, crisi climatiche e umanitarie, accoglienza e identità, guerra e solidarietà.

Il team di Prospettive è composto da: Desirèe Bonacci, Matteo Canta, Melissa Di Tria, Elisabetta Farcomeni, Filippo Floris, Mattia La Face e Giorgia Sanseverino, studenti dal secondo al quinto anno del Liceo, che ospita al suo interno Liceo scientifico SA, Liceo linguistico e Liceo economico sociale.

“Cogestione intelligente”, le parole con cui gli studenti definiscono il modo in cui nella scuola si possono sviluppare momenti di dialogo, con il desiderio e l’obiettivo di creare giovani capaci di progettare il futuro e sicuramente le parole scelte racchiudono la prospettiva giusta per fare cose insieme e mettersi alla prova. Le conferenze si svolgeranno all’interno del Liceo, perché la scuola è il luogo in cui ogni giorno sono protagonisti, una palestra in cui si allenano per prepararsi alle sfide che li attendono. Gli incontri si svolgeranno nei mesi tra gennaio e aprile, in orario scolastico ed extrascolastico. Avranno l’obiettivo di coinvolgere il più possibile, prima i ragazzi e poi le famiglie e il territorio, condividendo prospettive sul futuro che possano rappresentare per tutti un buon punto di partenza o di svolta.

“Andate e moltiplicatevi” è l’augurio della preside Daniela Mesiti, che accenna all’ipotesi di fondare un’associazione ed “esportare il progetto” anche in altri istituti.
“Siamo circondati da odio e rancore, ma abbiamo bisogno di esempi” ha detto Giorgia Sanseverino, una dei rappresentanti dell’istituto che hanno portato avanti un progetto “pensato dai giovani per i giovani”, come lo definisce Mattia La Face, un altro degli organizzatori.
La maggior parte del lavoro è stata svolta dagli studenti stessi, che hanno raccolto il testimone passato loro dagli ex allievi. Una prima, sperimentale, edizione del progetto si era infatti svolta l’anno scorso, “ma quest’anno abbiamo potuto e voluto fare le cose in grande grazie anche alla preside, che ci ha lasciato carta bianca”, spiega entusiasta l’ex allievo Luca Caci, ispiratore dell’edizione 2019.
Ed è la preside Daniela Mesiti a sottolineare la “forte esigenza di essere accompagnati” sentita dai ragazzi: “Desiderano ascoltare anche altre persone oltre agli insegnanti, figure che hanno realizzato qualcosa di concreto per la società”. È questa l’idea che accomunerà le conferenze ed è con questo spirito che un drappello di studenti ha scelto di partecipare a “Prepararsi al Futuro”, il ciclo di incontri ospitati al Politecnico e curati da Piero Angela.

Il programma prende avvio con lo spettacolo La Finestra di Anne, il 30 gennaio, che mette in scena una rivisitazione in chiave attuale della storia di Anne Frank, che evidenzia come anche oggi sia necessario combattere per i propri ideali e per la propria libertà.
Lo spettacolo avrà un’introduzione di grande prestigio, infatti la Senatrice Liliana Segre ha scritto appositamente una lettera per il team di Prospettive.
Il 3 febbraio, sarà la volta dello scrittore Guido Marangoni, che nel 2015 è stato speaker ufficiale al TEDx, con Siamo fatti di-versi, perché siamo poesia. Il suo obiettivo: sorridere dei luoghi comuni sulla sindrome di Down, per suggerire un rapporto propositivo e costruttivo nei confronti della diversità.
Il 13/02/2020 sarà presente a scuola Luca Mercalli, meteorologo che si occupa di divulgazione scientifica.  Non c’è più tempo è il titolo del suo intervento.
Buono, Pulito e Giusto sarà il titolo dell’incontro con Carlin Petrini,  fondatore dell’associazione Slow Food e padre della filosofia «Buono, Pulito e Giusto», parole, oggi, più che mai, attuali. La sua conferenza segnerà l’inizio di una collaborazione tra il Liceo Mazzarello e Terra Madre.
Queste le attività interne alla scuola. Il liceo si aprirà alla cittadinanza con due eventi serali: il primo, il 24 aprile, insieme al pianista Carlo Gaudiello e al compositore Roberto Nasi, e il secondo (la cui data è ancora da definire) con Pietro Bartolo, per oltre vent’anni medico responsabile delle visite ai migranti che sbarcano a Lampedusa e oggi eurodeputato e vicepresidente della Commissione per le libertà civili.
Il ciclo di conferenze sarà introdotto da un videomessaggio di Luciana Littizzetto, nel quale esporrà il suo punto di vista su Prospettive.

Complimenti a questo gruppo di audaci studenti ed ex allievi del Liceo Mazzarello!

 

 

Gli studenti del liceo Madre Mazzarello di Torino, nell’ambito del ciclo di incontri “prospettive”, hanno commemorato le vittime dell’olocausto. Momento di particolare emozione la lettura del messaggio che la senatrice Liliana Segre ha inviato ai ragazzi.

 

 

 

 

 

 

Webmaster: Giancarlo Accattatis
© Liceo Mazzarello 2018. Tutti i diritti sono riservati
 
E' vietato l'utilizzo e la diffusione non autorizzata dei materiali presenti nel sito.
Privacy policy.